Gli orsi della BTC continuano mentre il prezzo si avvicina all’ostacolo principale

Bitcoin ha rimbalzato sul livello di supporto resiliente di 8.830 dollari durante il fine settimana mentre flirtava con il potenziale di una rottura ribassista del prezzo.

La più grande moneta criptata del mondo è attualmente scambiata a 9073,4 dollari, che è nello stesso intervallo che è stato scambiato negli ultimi due mesi.

Il pregiudizio a breve termine di BTC sembra essere ribassato a seguito della sua estesa correzione al ribasso rispetto ai massimi di 10.500 dollari dell’inizio di giugno, con alcuni osservatori che anticipano che l’ammiraglia crypto continuerà il suo declino.

Detto questo, la coppia BTC/USD sta affrontando ostacoli chiave vicino ai 9.200 dollari, dove si è formato un massimo vicino ai 9.190 dollari, e il prezzo è attualmente scambiato in un intervallo ristretto.

Nelle prossime ore, se Bitcoin Trader non riesce a superare il livello di resistenza di 9.200 dollari, potrebbe iniziare un nuovo declino, con il sentimento ribassista che potrebbe portare i prezzi BTC verso i minimi di 8.600 dollari a breve termine.

Oltre 10 milioni di dollari di richieste a 9.500 dollari

Secondo l’analista di BTC Yodassk, i trader di Binance hanno raggiunto il livello di 9.500-9.550 dollari, avendo piazzato ordini di oltre 1.300 BTC a quel livello secondo i dati del book ordini del mercato equivalente BTC/USD della borsa.

Ciò significa che ci sono $10 milioni di dollari di ordini di vendita in quella regione in attesa di rallentare qualsiasi rally, rappresentando uno dei più grandi portafogli Bitcoin che i trader di Binance hanno formato collettivamente in pochi giorni.

Questi dati del portafoglio ordini indicano che BTC potrebbe avere un rally difficile in futuro, con lo stesso sentimento condiviso dall’analista On-chain Cole Garner.

Cole ha recentemente osservato i dettagli del libro degli ordini di Bitfinex, dove la balena aveva iniziato a impilare ordini lunghi tra gli 8.600-8.900 dollari il 24 giugno.

Il delta del libro degli ordini di Bitfinex è stato quindi fortemente inclinato verso il lato delle vendite, il che ha solo aggravato altri fondamentali ribassisti che Cole ha identificato, tra cui l’afflusso di prelievi dai portafogli dei minatori agli scambi e la correlazione con l’S&P 500.

Rimane la speranza di una BTC Uptrend nonostante l’analisi malinconica

Nonostante le prospettive ribassiste di BTC, sono arrivate notizie ottimistiche da Wall Street, dove l’analista di mercato Kevin Rooke ha confermato che il Grayscale Investment Trust di New York ha accumulato 9.879 BTC per il suo prodotto d’investimento in una sola settimana.

Questo è più del numero di BTC prodotti dai minatori quella settimana (7.081 BTC), il che indica un comportamento di accumulo crescente da parte degli investitori istituzionali.

Nel frattempo, il recente annuncio che PayPal e Venmo inizieranno a supportare le transazioni di BTC offre più di un aumento della domanda al dettaglio per il prezzo di cripto top, visti i 300 milioni di utenti di PayPal.

L’ingresso di PayPal nello spazio Bitcoin genera anche un forte segnale positivo per gli investitori istituzionali che i crypto-asset come BTC sono validi e meritevoli dell’investimento.

Se un numero maggiore di acquirenti entrasse nel mercato con il prossimo calo previsto del Bitcoin verso gli 8.600 dollari, la mossa aiuterebbe la moneta del re a sostenere il suo trend generale al rialzo per l’anno.